MOSCA TRIBUNA

GROZNY, Cecenia, dicembre 1995.
Si può immaginare la sorpresa dei residenti sconvolti di Grozny, nel marzo 1995, quando videro una manciata di teste rasate Hare Krishna monaci che escono da macchine blindate che trasportano sacchi di riso, farina e fagioli. Sedici mesi dopo, il servizio Food for Life di Krishna si era affermato come la principale agenzia di soccorso di Grozny, avendo servito oltre 1,000,000 di pasti.
Immagine

Pericolo E Austerità

Dieci volontari di Food for Life di San Pietroburgo vivevano in una mensa abbandonata nel quartiere Zavodskoy della città. L'ex primo ministro ceceno, il signor Salambek Khajiev, ha contribuito a rinnovare la mensa bombardata, dotandola di un riparo e di una cucina. Ogni notte è stata contrassegnata da numerose raffiche di violenza nel vicino quartiere e nella maggior parte delle altre parti della città. ”

Tre mesi fa c'è stata una battaglia nel nostro cortile ”, ha dichiarato Stanlislav Lesovoy, 32 anni, che dirige il programma. "I russi sparavano da terra, a soli dieci metri dalla nostra cucina, mentre i ceceni erano in alto, in cima a un edificio a tre piani bruciato, proprio nel nostro cortile!" "I proiettili si sono incrociati sul tetto per un'ora e mezza", ha spiegato la sua collega, Shula Vasiny, 28 anni, un ex banchiere di San Pietroburgo, che è stato a Grozny dall'inizio della guerra. "Tuttavia, entrambe le parti sono state attente a non sparare al nostro complesso", ha aggiunto. "Stavamo sdraiati sul pavimento a pregare, ma fortunatamente per noi, solo pochi proiettili sono volati dentro."

"Prego che il tuo programma Food for Life si espanda per creare un mondo pacifico."

Salambek Hadjiev

(Ex - Primo Ministro della Cecenia)

Un salutare Menu

Ogni mattina i Krishna preparano novanta litri di porridge e kichri (uno stufato di verdure fatto di riso, lenticchie e verdure) in enormi caldaie a gas. Una quantità uguale di un tè ricco di vitamine a base di bacche di "rosa canina", insieme a decine di vassoi di pane appena sfornato, che ha la reputazione di essere il "migliore della città". Tutto il cibo viene santificato prima di essere conservato in contenitori sigillati e caricato nel loro fidato vecchio furgone ambulanza russo. Il porridge caldo, lo stufato, il pane e il tè vengono quindi portati in sette diversi luoghi della città, dove i destinatari si riuniscono per ricevere il loro unico pasto della giornata. Mentre il furgone arriva, gli uomini e le donne russi affamati, per lo più anziani, si spingono per ottenere il posto migliore nella lunga fila, tendendo seriamente le loro pentole, padelle, barattoli di vetro e sacchetti di plastica per il loro unico pasto della giornata.

Leggi: NEW YORK TIMES articolo
Immagine