Cibo in scatola

Programma Rescued Food for Street Meals

"RESCUED FOOD FOR STREET MEALS" è un progetto di partenariato strategico volto a collegare cinque organizzazioni partner (attive nelle aree di lavoro giovanile del lavoro umanitario, volontariato giovanile e ricerca di soluzioni per il problema dello spreco alimentare) provenienti da Svezia, Belgio, Ungheria, Regno Unito e Slovenia . Questo progetto è una vera fusione delle esperienze delle organizzazioni partner, utilizzando l'esperienza e la competenza di ciascuna organizzazione per creare una "rivoluzione alimentare" nelle aree di attività dei partner. Il programma Erasmus + lo finanzia.

Il progetto consente ai partecipanti delle organizzazioni partner coinvolte, di istruire se stessi e i loro gruppi target in vari modi su come creare attività innovative per coinvolgere i giovani nella risoluzione dei problemi sociali delle comunità locali. I partecipanti apprendono e condividono le loro buone pratiche / esperienze attraverso attività di formazione sull'organizzazione di eventi umanitari "Rescued Food for Street Meals", sulla cucina, sulla distribuzione di cibo, ecc. Questa iniziativa supporta i partecipanti nel loro sviluppo personale e professionale (conoscenze, abilità e attitudini ). Il progetto è iniziato il 1 febbraio 2016 e si è concluso il 30 giugno 2018.

Secondo il Rapporto delle Nazioni Unite (anno 2011), oltre 1/3 del cibo mondiale per il consumo umano viene sprecato ogni anno. Allo stesso tempo, 842 milioni di persone nel mondo soffrono la fame. Povertà e insicurezza alimentare sono incredibilmente diffusi in molte città europee, il che rende ancora più critico un caso di riduzione degli sprechi alimentari e una corretta ridistribuzione. Queste statistiche allarmanti ci hanno fatto riflettere su come essere coinvolti attivamente nella creazione di soluzioni innovative e pratiche per bruciare il problema dello spreco alimentare. Il progetto si occupa del crescente mondo problema di povertà e crisi alimentare, che è ufficialmente sottolineata dal "gruppo alimentare" al Parlamento europeo, quindi riteniamo che questa collaborazione sia parallela ai loro obiettivi e offra un valore aggiunto nel trovare soluzioni di alta qualità ottenibili a livello locale e globale.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Sviluppare la capacità delle organizzazioni locali in ciascun paese partner e realizzare progetti progettati per creare un movimento sociale contro lo spreco alimentare,
  • Creazione di una rete europea di organizzazioni attive nel settore della gioventù, del lavoro umanitario, del volontariato giovanile e di stili di vita sani,
  • Rafforzare le capacità di progetto internazionale delle organizzazioni partecipanti, degli operatori giovanili partecipanti e dei volontari delle organizzazioni partner che devono migliorare le loro capacità e competenze,
  • Aumentare la qualità della cooperazione tra la società civile e le autorità nazionali / regionali per promuovere lo sviluppo di sistemi di istruzione e formazione innovativi e le loro inazioni di integrazione delle attività locali e regionali.
  • Per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla grande quantità di cibo sprecato,
  • Miglioramento e professionalizzazione del lavoro con i giovani e competenze / abilità critiche degli operatori giovanili partecipanti (capacità manageriali, capacità comunicative, acquisizione di nuove esperienze di apprendimento interculturale, sviluppo di abilità pratiche nelle TIC, ecc.)
  • Effettuare uno studio delle piattaforme ICT esistenti relative alla ridistribuzione delle eccedenze alimentari e trarne le migliori pratiche e i fattori critici di successo.
  • Creazione di una metodologia per consentire ai giovani di sviluppare soluzioni imprenditoriali per ridurre gli sprechi alimentari o ridistribuire il surplus alimentare.
  • Creazione di una piattaforma ICT per ridistribuire il surplus alimentare da supermercati, servizi di ospitalità, agricoltori, mercati all'ingrosso e mercati a organizzazioni giovanili e sociali.

Lo slancio creato dal progetto avrà una sostenibilità a lungo termine attraverso la nuova piattaforma ICT sullo spreco alimentare.

Dopo il lancio dell'output intellettuale, del sito Web e dell'attività di formazione, le organizzazioni partner terranno cinque eventi pubblici moltiplicatori all'aperto "Rescued Food for Street Meals" nei rispettivi paesi con l'obiettivo di informare il pubblico in generale, il comune locale e le parti interessate interessate sul problema dello spreco alimentare. In questi eventi, il pubblico in generale e le parti interessate saranno introdotte nelle idee di cittadinanza attiva e verranno presentati il ​​volontariato e l'Input intellettuale e altri risultati del progetto. In ogni evento, un'organizzazione locale preparerà e distribuirà pasti caldi e salutari gratuiti (cucinati con cibo che sarebbe stato sprecato) per i gruppi socialmente svantaggiati. A questi eventi, verrà effettuato un test pilota dell'applicazione mobile Rescued Food System.

Negli ultimi mesi del progetto, ogni organizzazione terrà un evento di diffusione locale in cui presenterà il piano e i suoi risultati. In questi eventi, le parti interessate locali (ONG giovanili e altre organizzazioni educative, le parti interessate interessate, il comune locale) ei media saranno invitati per un'ulteriore diffusione del progetto.

Scopri di più sulle opportunità di finanziamento di Erasmus + e come la nostra pagina Facebook su https://www.facebook.com/RescuedFoodForStreetMeals/